Lo stratega di Bloomberg spiega i principali driver macro per i prezzi di oro e bitcoin

Giovedì 22 ottobre, Mike McGlone, Senior Commodity Strategist di Bloomberg Intelligence (BI), il braccio di ricerca di Bloomberg sul Bloomberg Terminal, ha rilasciato un’intervista, durante la quale ha spiegato perché si aspetta che il prezzo della BTC raggiunga i 100 mila dollari entro il 2025 e perché l’oro vale ancora la pena di essere acquistato nonostante il maggiore potenziale di guadagno della Bitcoin.

I commenti di McGlone sull’oro e sulla Bitcoin

I commenti di McGlone sull’oro e sulla Bitcoin durante un’intervista con David Lin, Associate Producer di Kitco News. McGlone ha iniziato parlando del perché crede che il prezzo del Bitcoin raggiungerà i 100.000 dollari entro il 2025:

„La cosa fondamentale del Bitcoin è che non vedo cosa gli impedirà di fare quello che ha fatto per la maggior parte della sua vita – e questo è apprezzabile. La cosa fondamentale che ha fatto da quando è passato a 100 dollari e poi 1000 e poi 10.000 dollari, che è stato davvero il prezzo di consolidamento degli ultimi tre anni, è che ha solo una storia di aggiunta di zeri, e quindi se si aggiunge un po‘ di maturità a questo, cosa che dovremmo fare perché la volatilità sta diminuendo – sta diventando più adottata – per arrivare al prossimo zero, cioè da 10.000 dollari… ci vorranno probabilmente… ci vorranno otto anni, ma poi tengo conto di tutti gli altri fattori…“.

Per quanto riguarda la correlazione di Bitcoin con l’oro, McGlone dice che si aspetta che questo continui:

„Sì, penso che sia duratura, dato che il Bitcoin diventa una versione digitale più matura dell’oro.

„Basta guardare le correlazioni di 12 mesi… circa 0,77, 52 settimane sono circa 0,5. Il fatto chiave è che è il più alto di sempre. Ora, il Bitcoin sta seguendo l’oro, e l’oro ha raggiunto nuovi massimi, ma il suo ambiente macroeconomico è, credo, abbastanza significativo, cioè un debito senza precedenti rispetto al PIL [rapporto], un allentamento quantitativo, tassi negativi… che fa sembrare attraenti cose come l’oro e il Bitcoin.

„Poi si guarda alla correlazione con il mercato azionario. Molte persone lo fanno notare, ma penso che sia molto più spurio, cioè il Bitcoin è in giro da 10 anni… negli ultimi dieci anni, è stato solo un mercato azionario molto significativo… quindi, ad un certo punto, quando vedremo una certa normalizzazione in quel mercato azionario, forse un mercato dell’orso, forse solo un periodo di non-performance, allora penso che vedremo molti flussi ribaltare di più verso cose come l’oro e il Bitcoin per la performance“.

McGlone ha anche detto che, anche se è vero che, man mano che il Bitcoin matura, si scambierà sempre più come un negozio di valore piuttosto che come un asset di rischio e che gli stessi macro fattori spingeranno più in alto i prezzi sia dell’oro che del Bitcoin nei prossimi cinque anni, vale comunque la pena di investire nell’oro, anche se ha meno potenziale di rialzo del Bitcoin:

„Nuovo contro vecchio e rischi“. Voglio dire, sappiamo tutti che il Bitcoin è la nuova tecnologia. Potrebbe fallire. Non lo so; non posso prevedere cosa succederà veramente con la tecnologia. E la regolamentazione – potrebbe essere vietata, potrebbe essere regolamentata.

L „oro è già stato superato

Sai, è stato vietato in questo paese negli anni ’30, e ora è tornato…

„Credo che la gente stia cominciando a capire che finché ci sarà domanda e adozione di questo negozio digitale di valore, il suo prezzo deve salire perché l’offerta sta scendendo“.

Infine, come lo stratega di Bloomberg ha spiegato in un tweet mercoledì scorso, ritiene che il prezzo Bitcoin abbia una buona probabilità di arrivare a 14.000 dollari entro la fine dell’anno:

#Bitcoin ha buone possibilità di raggiungere i 14.000 dollari di resistenza per un guadagno di circa 2 volte quest’anno, secondo noi. Simile a #crudeoil nel 2019, il crypto di riferimento è partito nel 2020 vicino all’estremità inferiore di un range che dovrebbe semplicemente scattare più in alto.